La rete è piena di risorse utili gratuite. Quante volte ti è capitato di aver bisogno di un’immagine, un software o un template e di averli cercati sul web? Il caro vecchio Google ti avrà sicuramente aiutato fornendoti centinaia di alternative a costo zero, ma, guarda caso, quelle perfette per te sono sempre le uniche a pagamento!

E se fossi tu ad aver creato un contenuto digitale e volessi farti pagare ogni volta che qualcuno lo scarica? Ecco come fare!


Cos’è un download a pagamento

Un download a pagamento è un sistema (web based) che consente il download di uno o più file solo in seguito ad un pagamento. Il processo è ovviamente automatizzato e non richiede l’intervento manuale da parte dell’amministratore del sito: è il sistema a controllare che i soldi siano accreditati sulla carta di credito e che il file sia consegnato all’acquirente.

Come funziona

Il file di un download a pagamento non è diverso da un qualsiasi altro file presente sul sito. Se vuoi vendere un ebook, ad esempio, non devi creare un PDF “speciale”. L’unica differenza tra un file che vuoi vendere ed un file liberamente accessibile a tutti è la loro posizione all’interno del sito. Il file di un download a pagamento infatti risiede in una cartella protetta e nascosta all’interno del server. Gli utenti non possono accedervi perché non conoscono la posizione e il nome del file e perché non hanno le credenziali necessarie.

Ad esempio l’URL di un file in vendita potrebbe essere:
www.sitoweb.it/cartella-nascosta/il-mio-ebook.pdf
o meglio ancora:
www.sitoweb.it/j023rj9/sdaf1UZ025df92.pdf“.

Ma come avviene allora il download automatico dopo il pagamento?

Il meccanismo è abbastanza semplice, ma richiede alcuni passaggi: In un database sono memorizzate tutte le informazioni relative all’infoprodotto da vendere (nome del file, prezzo, coordinate bancarie a cui inviare i soldi, ecc). Il potenziale acquirente anziché accedere direttamente al file, viene rimandato ad una pagina dove potrà inserire i dati della propria carta di credito. Questi dati sono processati in tempo reale da una banca, che ha anche accesso al database con tutte le informazioni sull’infoprodotto. Dopo aver verificato che la transazione è avvenuta con successo, e che i soldi sono stati accreditati sul conto del venditore, il sistema informatico della banca preleva dal database l’informazione relativa alla posizione del file (l’URL) e la comunica al cliente che finalmente potrà scaricare l’infoprodotto acquistato.

Come crearlo in modo semplice

Le strade per creare un sistema di gestione dei download a pagamento sono molteplici.

Se te la cavi bene con la programmazione (HTML, PHP, MySQL ecc) e ti piace il “fai da te“, potresti implementare sul tuo sito un sistema su misura che risponda esattamente alle tue esigenze e che si integri perfettamente nelle tue pagine web. Dovrai creare un database, scegliere una banca che offra questo tipo di servizio ed integrare le sue API all’interno del tuo sistema.

Non sei un guru dell’informatica? Non disperare! Esistono altre soluzioni più semplici e pratiche per vendere infoprodotti sul tuo sito.

Quella che ti suggerisco è Sellky, un servizio online gratuito con cui puoi trasformare i tuoi file in download a pagamento in modo estremamente semplice. Tutto ciò che devi fare è inserire l’URL del file che vuoi vendere nell’apposito campo su www.sellky.com o selezionare uno dei file che hai nel tuo spazio Dropbox e scegliere un prezzo per il tuo prodotto. Sellky genererà un nuovo URL che potrai usare all’interno del tuo sito (ma anche sui social o via email) per reindirizzare i clienti alla pagina di pagamento PayPal. In modo del tutto automatico, e solo dopo che i soldi saranno accreditati sul tuo conto, i clienti potranno scaricare il prodotto acquistato. Il servizio non prevede commissioni e puoi creare tutti i download a pagamento che desideri.

Puoi leggere questa breve guida su come vendere infoprodotti con Sellky, o, dato che non ha alcun costo, provarlo direttamente sul sito www.sellky.com.

Pierpaolo Cimino
Pierpaolo Cimino